Perchè i nostri bimbi possano aspettare con gioia anche l'alba,non più solo il tramonto, perchè il sole... ci scaldi il cuore!
OCCHIOALSOLE ONLUS Codice Fiscale 94121030483
Faccio collezioni di attimi..

A mio figlio

Se potessi ruberei i raggi del sole per illuminare la tua vita.
Se potessi soffierei sulle nuvole perchè tu non debba mai incontrare nessuna tormenta.
Se potessi metterei in un sacco tutte le stelle, perchè tu le possa donare a chi amerai.
Se potessi riempirei il letto di ogni fiume, perchè non ti sia chiesto il sacrificio di nessuna lacrima.
Se potessi coprirei la tua strada di fiori, per rendere il tuo cammino ricco di colori e profumi meravigliosi.
Ma ti ho dato la vita..e tutto quel che posso è starti sempre accanto, ovunque vorrai andare e qualsiasi scelta farai..


Mamma

Fai un clic sull'immagine!

Fai un clic sull'immagine!
Il mio bimbo ed i treni!

Prime note di speranza,Anna...






Sento,nota per nota,
le tue parole..
Una musica nuova.
Note di dolore che
lasciano posto
a speranza e futuro..
Piano..ma forti..
Note leggere,
raccolte da chi ti ascolta..
e sostiene la tua musica
per aiutarla a prendere vita
ed a ricominciare!

Giulia







Scitto da MissKappa:

Sì,ieri si è compiuto un mese dal giorno della catastrofe.
Un mese di dolore durante il quale nessuna delle ferite che hanno squarciato corpi ed anime si è rimarginata. Le sofferenze sono ancora profonde,e laceranti, ma, nonostante tutto, si continua a vivere. Mio marito ed io abbiamo deciso di restare in città e, della cerchia di amici e conoscenti, siamo davvero tra i pochissimi. Molti hanno optato per gli alberghi messi a disposizione sulla costa, altri per le seconde case, altri ancora per l'ospitalità di parenti ed amici. Noi, da resistenti, restiamo sul campo. Ma abbiamo abbandonato la roulotte. Era invivibile. Da ieri sera dormiamo in un container. E non siamo più ad Arischia, ma a Fossa, nella zona industriale di Fossa. Su una piazzola asfaltata messa a disposizione da amici, terremotati anche loro, che non hanno, però, perso il lavoro. Quindi il nostro container è accanto a quelli che ospitano gli uffici, sono ingegneri, e disponiamo di elettricità ed acqua corrente. E di un bagno con doccia. Non è poco. Dopo un mese nell'accampamento degli amici allevatori, tutto questo ci appare un vero lusso. Il container misura dieci metri quadri. Poco, ma riesce ad ospitare un letto, un armadietto ed un tavolo. Anche un fornellino per il caffè. Abbiamo dovuto comprarlo il container, ché per Bertolaso saremmo nelle tende fino a data da definire. Fra dissenterie e pidocchi. E' costato 2.100 euro. E qui entrano in scena quanti di voi mi hanno dimostrato affetto e solidarietà inviando il danaro per l'acquisto del computer dal quale vi scrivo. Siete stati numerosi e generosi. Marina mi ha rimesso la somma di 1.775 euro,che è quella residua dopo l'acquisto del pc. Voi, amici cari, mi avete regalato anche questo container. Questo piccolo spazio dal quale ripartire per rinascere a nuova vita. Grazie per la generosità che, in questo momento, ci risulta davvero preziosa. Appena potrò, pubblicherò delle foto del vostro regalo. Sapete, ieri sera, mettendoci a letto, in una parvenza di normalità, Peppe ed io, per la prima volta dal disastro, siamo riusciti ad azzardare una bozza di ipotesi del nostro futuro. Fino a ieri tutto ci pareva ancora irreale.E ingestibile.Ma di questo vi parlerò in un altro post.


In coda,questa,ad oggi..ad ora..mentre scrivo,l'unica triste amara nota...



Non dovrebbe esser così..
non credo e non voglio
aggiungere altro!

10 commenti:

stella ha detto...

Ero contenta, prima di vedere l'amara nota...
Complimenti per i versi, Giulia.

lellofieramosca ha detto...

Buona notte Giulia.

Matteo Mazzoni ha detto...

La speranza è quella di non dover vedere questi poveracci in case di fortuna tra qualche decina d'anni (vedi Belice)...

Maurizio ha detto...

Nel rispetto per la sofferenza di queste persone... ti lascio un abbraccio

Vania e Paolo ha detto...

Auguri Mamma...un bacio al piccolo !!:) Vania

AndreA ha detto...

Altro che "weekend in campeggio", come ha detto qualcuno... :-(

Un abbraccio.

*Alidiluna* ha detto...

Stella
grazie..l'amara nota mette tristezza è vero!

Lello
sono felice di leggerti..spero che tu stia bene e spero di rileggerti presto!

Matteo
è una speranza che ci accomuna..forse 40 anni dopo le speranze possono essere più fondate!

Maurizio
è sempre bello vederti volare ancora..

Vania
grazie..anche alla tua piccola apetta!

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Una mia totale solidarietà.....

Anna Righeblu ha detto...

Ciao Giulia. Note di speranza e note dolenti... spero che le prime risuonino con più forza...
Un abbraccio

Paola ha detto...

Che dire... nulla....
solo essere solidali con coloro che stanno cercando di ritornare a vivere dignitosamente...
Ognuno di noi cerca in qualche modo di portare aiuto e mi auguro che nel più breve tempo possibile raffiori anche un sorriso...
Beh... ciao Giulia dolce serata bacione

Piazza delle Lune